Linea di Ricerca 4 – Imprenditorialità: ricadute locali delle attività di R&S dell’università di Padova

Un importante obiettivo del Laboratorio UniCity sarà quello di monitorare e analizzare l’impatto che l’attività di Ricerca e Sviluppo (R&S) dell’Università di Padova ha sui tassi di imprenditorialità della città e dei territori circostanti (Audretsch et al., 2005). Particolare enfasi verrà posta sulla generazione netta di nuove attività, quali start-up, spin-off, start-up innovative fino alle imprese multinazionali e alle altre attività di natura produttiva e di servizio.

In aggiunta, il progetto si proporrà di analizzare quanto la presenza dell’Università possa rendere la città attrattiva di investimenti diretti dall’estero da parte di imprese multinazionali, distinguendoli per paese di origine, settore e funzione aziendale. La relazione tra Università e impresa è di fondamentale importanza per innescare meccanismi virtuosi di sviluppo urbano. Il mutuo trasferimento di conoscenze, competenze e risorse è, infatti, una delle principali fonti dell’innovazione, non solo in ambito tecnologico (mediante nuovi brevetti, nuovi prodotti, nuovi processi produttivi), ma anche ambientale (si pensi ai brevetti e alle tecnologie green, ma anche a nuove strategie di packaging, marketing e certificazione della produzione) e sociale (ad esempio in termini di adozione di pratiche di Corporate Social Responsibility delle imprese o di progetti comuni tra Università e impresa su tematiche a finalità sociale).

Non solo, la presenza di un grande Ateneo è altresì fonte di potenziale dinamismo imprenditoriale locale, mediante la creazione di attività correlate a quelle scientifiche e tecnologiche, nonché dell’innescarsi di meccanismi moltiplicativi sul mercato del lavoro locale (Moretti, 2010), mediante la creazione diretta e indiretta di nuovi posti di lavoro e le opportunità di business connesse all’innovazione tecnologica legata non solo all’ICT, ma anche a industria 4.0, dove si può avere lo sviluppo di nuovi servizi a supporto del sistema manifatturiero, regionale e non solo.

A questo proposito, uno degli scopi del Laboratorio sarà quello di monitorare i tassi di imprenditorialità locali, distinguendo per tipologia di attività coinvolta (produttiva, di servizio, agricola, nazionale, estera…) e per tipologia di area coinvolta (comune, città metropolitana, sistema locale del lavoro…), cercando così di fornire strumenti di analisi utili non solo in ambito accademico, ma anche di policy making locale, regionale e nazionale.

Sfruttando dati comunali sulla demografia d’impresa e indagini o casi di studio specifici sulla città di Padova, il Laboratorio analizzerà se, e in che misura, la localizzazione dei poli universitari si accompagnano alla creazione netta di nuove attività d’impresa nel quartiere di riferimento e nelle aree limitrofe, distinguendo per settore, dimensione e tipologia di attività.

Inoltre, UniCity monitorerà la (ri)localizzazione di attività di natura scientifico-tecnologica (spin-off, start-up innovative, laboratori, sedi di imprese multinazionali) e correlate, nelle zone della città limitrofe ai poli universitari, monitorando anche quante di queste attività siano gestite da laureti padovani. A questo proposito, l’attività di UniCity completerà e aggiornerà i recenti risultati del progetto di ricerca su Università e imprese create dai neolaureati padovani sviluppato dal DSEA, coordinato dalla Prof.ssa S. Sedita.